PER PROGETTARE LA CASA DEI TUOI SOGNI SCEGLI BASSETTI HOME INNOVATION.
rivestimento balcone

Consigli utili per scegliere il rivestimento del balcone e del terrazzo

Dedicare dei progetti di ristrutturazione ai balconi è oggi una pratica sempre più diffusa. Gli spazi esterni sono stati molto rivalutati negli ultimi anni e sempre più persone cercano di creare un ambiente rilassante all’aria aperta da sfruttare durante le stagioni calde non solo per pranzare, ma anche per lavorare e riposare.

In quest’ottica, capire come arredare un terrazzo diventa importante tanto quanto trovare i mobili giusti per la cucina o per la camera da letto. Linee e forme devono essere coerenti con il design scelto per i diversi ambienti domestici, in modo da creare una continuità tra esterno e interno, un’armonia estetica che migliora la qualità della vita di chi vive la casa tutti i giorni.

L’aspetto del terrazzo o del balcone è determinato innanzitutto dal tipo di rivestimento scelto per la pavimentazione. Le possibilità sono davvero molte, ma prima di prendere una decisione è opportuno fare una serie di considerazioni.

Cosa guardare prima di scegliere i rivestimenti per il balcone

Rifare il pavimento del balcone può rendersi necessario quando ci si rende conto che le mattonelle sono ormai usurate oppure sporche a causa di infiltrazioni di umidità o per la presenza di macchie e muffe. Si può optare per un nuovo rivestimento del terrazzo anche solo per motivi estetici, dal momento che per far fronte ai costi è possibile richiedere il bonus terrazzi. Inoltre, non è neanche necessario richiedere i permessi per costruire visto che si tratta di operazioni che rientrano tra gli interventi di manutenzione ordinaria per i quali è richiesta solo la CILA.

Prima di scegliere i rivestimenti più adatti al proprio balcone bisogna verificare se sia necessaria o meno l’impermeabilizzazione della superficie. Questa operazione serve principalmente per impedire l’infiltrazione dell’acqua tra le mattonelle e per prevenire la formazione di muffa e umidità. Nel caso in cui si viva in una zona particolarmente piovosa è bene interfacciarsi con un architetto per capire la tecnica più adatta al contesto.

Il colore delle piastrelle va scelto non solo in base ai gusti personali e al design interno alla casa, ma anche in base all’esposizione del terrazzo. Se la superficie è esposta ai raggi del sole per molte ore al giorno, sarà meglio optare per una pavimentazione chiara che non assorbe eccessivamente il calore. Viceversa, per un balcone poco assolato, mattonelle scure sono l’ideale poiché trattengono il calore ed eliminano l’umidità in eccesso.

I materiali tra cui scegliere per i rivestimenti del terrazzo e del balcone sono davvero numerosi. Per orientarsi, è utile tener conto della resistenza di ciascuno, non dimenticandosi mai che il pavimento di uno spazio esterno non solo è soggetto al calpestio e al peso di oggetti e persone, ma anche al contatto con i diversi agenti atmosferici che, a lungo andare, possono rovinarlo. Il budget che si ha a disposizione riveste un ruolo importante nella scelta dei materiali. È chiaro che maggiori sono le dimensioni del balcone/terrazzo, maggiore sarà la spesa da affrontare. È anche vero che non investire in un materiale resistente equivale ad avere uno spazio esterno precario e non funzionale (quindi, inutile).

Rivestire il balcone: ecco tutti i materiali possibili

Sono diversi i materiali che si distinguono per resistenza e bellezza estetica. Queste caratteristiche li rendono adatti a diventare il rivestimento di balconi e terrazzi.

Il legno

La pavimentazione in legno è un grande classico dell’arredamento, almeno per quello che riguarda gli ambienti dentro casa. La durezza, l’eleganza e la resistenza rendono questo materiale adatto a essere impiegato anche all’esterno. La posa del rivestimento è a incastro ed è molto semplice da eseguire, anche se richiede molta precisione nelle misure visto che le varie componenti non possono essere tagliate e devono incastrarsi perfettamente tra di loro. Una volta terminato il montaggio, il materiale va rivestito con un olio particolare che garantisce al legno la giusta protezione contro le intemperie.

Il gres porcellanato

Una scelta sicura e vantaggiosa per gli spazi esterni è rappresentata dal gres porcellanato, un rivestimento molto usato anche per gli ambienti indoor. Le piastrelle di questo materiale possono avere colori e forme diverse e creano effetti visivi piacevoli ed eleganti che simulano l’aspetto del marmo o del legno risultando lucidi e smaltati. Il rapporto qualità/prezzo è ottimo perché a fronte di una spesa contenuta, la resistenza è di ottimi livelli e la durata nel tempo è assicurata. Trattandosi di un materiale sottile, può essere posato anche su piastrelle già esistenti senza procedere alla demolizione e consentendo un grande risparmio sui costi. Tra i suoi vantaggi rientrano anche una pulizia semplice e veloce e le proprietà antiscivolo e antisdrucciolo.

rivestimenti balconi

Il calcestruzzo

Tra i rivestimenti per balconi e terrazzo più apprezzati negli ultimi anni c’è il calcestruzzo. Questo materiale è adatto agli stili moderni e minimali, può essere personalizzato con effetti o disegni. Il risultato è gradevole alla vista e si ottiene con una spesa non molto alta. Il calcestruzzo è anche molto resistente agli agenti atmosferici e rappresenta una perfetta alternativa al gres e al legno.

Altri materiali (pietra, cotto, PVC)

Chi ha optato per un arredamento rustico o shabby chic dovrebbe considerare di rivestire il proprio balcone in pietra, per creare uno spazio il più possibile naturale e accogliente. A seconda della pietra scelta – marmo, granito, ardesia, porfido -, l’effetto del pavimento sarà diverso, ma ognuna si dimostrerà semplice da curare nel tempo e molto resistente alle intemperie. Ci sono alcune tipologie di pietra che hanno bisogno di una maggiore attenzione (marmo e ardesia, ad esempio) perché si graffiano facilmente, ma si può sempre ricorrere a dei trattamenti per proteggerli dagli urti.

Per praticità e convenienza, si può optare per un rivestimento esterno in PVC. Questo materiale plastico ha ottime caratteristiche tecniche: è antigelo, antiscivolo, impermeabile e semplice da pulire. Si può spaziare molto tra colori e forme, alcune piastrelle riescono a riprodurre l’effetto della pietra. Mattonelle simili sono particolarmente adatte per le aree gioco o anche per il bordo piscina.

Per un design cottage core serve un pavimento esterno di cotto in argilla. Con la sua tipica colorazione dalle sfumature marroni e beige, questo materiale dà un senso di accoglienza e calore. È resistente anche se un po’ ostico da pulire.

Arricchire il rivestimento del balcone con l’erba sintetica

Se si vuole dare un tocco più naturalistico al proprio rivestimento per balconi, si può pensare di utilizzare dell’erba sintetica, almeno per qualche metro quadro. La posa è molto semplice: si posizionano i teli uno accanto all’altro e poi si fissano al pavimento mediante appositi nastri di giunzione e una colla bicomponente che ne impediscono il sollevamento. Esistono tanti tipi di erbe sintetiche sul mercato. Alcune sono realizzate in maniera molto accurata tanto da sembrare quasi vere.

Il rivestimento del terrazzo curato da Bassetti Home Innovation

Architetti e interior designer del team di Bassetti Home Innovation sono a disposizione in diversi showroom d’Italia per offrire una prima consulenza gratuita sulle varie operazioni di ristrutturazione della casa. Per i rivestimenti di balconi e terrazzi, possono proporre diverse soluzioni, le più vantaggiose e utili al tipo di abitazione del cliente. I progetti, infatti, vengono realizzati solo dopo un sopralluogo degli spazi da ristrutturare. Di conseguenza, i professionisti formulano delle proposte adatte al contesto, tenendo conto dei gusti e del budget del proprietario.

CHIAMACI allo 800 900 457
DAL LUNEDÌ AL VENERDÌ, DALLE 9.00 ALLE 17.00
Oppure inserisci i tuoi dati: un nostro consulente ti contatterà al più presto.