PER PROGETTARE LA CASA DEI TUOI SOGNI SCEGLI BASSETTI HOME INNOVATION.
illuminazione cucina con isola

Come illuminare l’isola della cucina: 3 categorie, tante idee originali

L’isola della cucina non è solo un elemento estetico che impreziosisce l’arredamento dell’ambiente, è anche (e soprattutto) un mobile con una sua specifica funzione. Sebbene possa sembrare che le scelte dei colori, del materiale per il piano cucina e delle forme siano strettamente legate al tipo di design che si è scelto per la propria casa, in realtà hanno anche una valenza pratica. Sull’isola della cucina si possono preparare, cucinare e mangiare le pietanze oppure lavare i piatti che si sporcano nel processo. A meno che non si parli di abitazioni piccole, la struttura non va a sostituire il tavolo da pranzo ma funge da appoggio per colazioni, pranzi o cene sbrigative.

A seconda di come verrà sfruttata, si può scegliere l’illuminazione adatta per la cucina con isola. Le idee e i consigli su quali e quanti punti luce andare a creare non mancano, soprattutto se ci si rivolge a professionisti dell’interior designer come gli esperti di Bassetti Home Innovation. Tuttavia, è possibile racchiudere tutte queste soluzioni in tre categorie di illuminazione:

  • le lampade a sospensione;
  • i faretti;
  • i pannelli a led.

Come illuminare la cucina con isola

Nei costi di ristrutturazione della cucina vanno considerate anche le spese per il rifacimento dell’impianto elettrico (se occorre) e le nuove lampade. La stessa cosa vale anche quando ci si domanda come spostare la cucina da un ambiente a un altro per venire incontro ai propri gusti: bisogna valutare se ci sia la possibilità di illuminare adeguatamente lo spazio. Nel momento in cui si progettano la struttura della cucina e il nuovo arredamento, bisogna già avere le idee chiare per l’illuminazione dell’isola. In questo modo, si potranno posizionare i punti luce dove necessario.

Per scegliere tra i faretti, le lampade sospese e i pannelli a led bisogna valutare diversi fattori. Innanzitutto, l’altezza dell’isola e quella a cui s’intendono montare le lampade. Più la sorgente luminosa è alta più sarà ampia la superficie illuminata. Bisogna valutare l’uso che si fa dell’isola per capire quanta luce occorre sul piano. Infine, è necessario capire come integrare la presenza delle luci alla cappa da cucina.

Le tre tipologie tradizionali di illuminazione della cucina con isola rispondono in maniera diversa a tutte queste esigenze, ma comunque in modi efficienti ed esteticamente interessanti.

Illuminazione del bancone da cucina con le lampade sospese

Per illuminare una zona specifica dell’isola non c’è nulla di meglio delle lampade a sospensione, tanto che le ritroviamo nella maggior parte delle cucine. A variare è il numero di luci presenti e lo stile della o delle lampade. Il numero dipende dalla grandezza dell’isola e anche dalla quantità di luce richiesta. Lo stile, invece, viene deciso dal resto dell’arredamento. Tra le idee per i lampadari da cucina si trovano:

  • i bulbi o le lampadine allo stato grezzo attaccate a un filo: si può giocare con le dimensioni e con i colori dei fili per creare diversi effetti estetici. L’aspetto di queste lampadine si adatta a vari contesti: dall’arredamento vintage a quello industriale;
  • i lampadari cilindrici in legno, utilizzati soprattutto nel design scandinavo, hanno una forma sobria ed elegante che dona leggerezza all’ambiente. La presenza dell’elemento naturale comunica armonia e infonde un senso di relax indispensabile per lasciarsi andare alla preparazione dei piatti senza pensieri;
  • i lampadari cilindrici in metallo ricordano per la forma circolare e per lo stile il XIX secolo e donano alla cucina un tocco vintage senza rinunciare all’equilibrio e alla sobrietà. È il lampadario giusto per dare un tocco personale e creativo all’isola;
  • i lampadari in vetro sono ottimi per le cucine in stile classico. Con le loro linee semplici ed essenziali donano all’isola luce ed eleganza. Anche lo spazio intorno sembrerà più esteso grazie alla trasparenza del materiale;
  • le lampade affusolate a cascata rappresentano un trend degli ultimi anni. Queste luci producono un effetto giocoso e leggero in cucina grazie alla loro forma affusolata e roteante. È un tipo di lampada adatta allo stile moderno e contemporaneo;
  • la lampada lunga e stretta richiama la forma dell’isola e permette di illuminarne tutta la superficie anche se unica. È l’ideale per le cucine moderne e minimaliste.

idee per l'illuminazione della cucina con isola

Come illuminare la cucina con isola con i faretti

Il consiglio di un interior designer per un’illuminazione della cucina intensa ma dolce prevederà sempre l’uso dei faretti a incasso. Si tratta di una soluzione adottata soprattutto nell’ambito dell’arredamento minimalista e contemporaneo. È quasi sempre prevista la realizzazione di un controsoffitto che renda ancora più ricco l’ambiente. Per personalizzare la scelta, si potrebbe anche colorare il controsoffitto con una tonalità che riprenda i colori della cucina o quella delle pareti circostanti. Grazie a questa scelta, l’illuminazione diventa parte integrante dell’architettura e rende la cucina molto più intrigante dal punto di vista estetico.

I faretti sopra la cucina possono essere anche incassati nella cappa. Le isole con il piano cottura, infatti, hanno bisogno di una cappa a sospensione che potrebbe limitare lo spazio per l’installazione di lampade a sospensione. Per evitare di lasciare parte della cucina al buio, si può intervenire scegliendo una cappa con i faretti incassati. In questo modo, le luci illumineranno il piano cottura e la struttura risulterà molto più originale alla vista. È possibile anche optare per l’installazione di faretti orientabili da disporre sul soffitto intorno alla cappa e da puntare sullo spazio libero dell’isola così da permettere alle luci della cappa di spegnersi quando non si sta cucinando. In questo modo, si andrà anche a risparmiare energia senza rinunciare all’illuminazione corretta.

Consiglio per l’illuminazione della cucina con isola: il pannello a led

Una soluzione moderna e di grande impatto estetico è rappresentata dal pannello a led incassato nel controsoffitto che ricopre tutta la superficie dell’isola. La luce sarà distribuita in maniera uniforme e risulterà intensa senza apparire abbagliante. Il pannello è molto semplice da montare ed essendo alimentato da luci a led non è neanche particolarmente dispendioso in termini di consumi.

In alternativa, per l’illuminazione della cucina con l’isola si può pensare al soffitto retroilluminato. Si tratta di una scelta molto scenografica che dall’ambito commerciale sta conquistando anche quello domestico. C’è la possibilità di inserire un’illuminazione colorata che permetta di cambiare le atmosfere e di adattarle alle diverse situazioni.

Per capire quale sia la migliore illuminazione per la cucina e per i suoi mobili è sempre meglio ascoltare le idee dei professionisti e pensare a come gestire la luce già in fase di progettazione della ristrutturazione. Con il rendering 3D è possibile ricostruire il modello tridimensionale di quanto disegnato su carta e rendersi conto dell’effetto e dell’integrazione tra i diversi aspetti. Attraverso una corretta osservazione del progetto si potrà creare il giusto equilibrio tra la funzione pratica della luce e la sua natura estetica.

CHIAMACI allo 800 900 457
DAL LUNEDÌ AL VENERDÌ, DALLE 9.00 ALLE 17.00
Oppure inserisci i tuoi dati: un nostro consulente ti contatterà al più presto.