PER PROGETTARE LA CASA DEI TUOI SOGNI SCEGLI BASSETTI HOME INNOVATION.
costo lavori cartongesso

Quanto costa il cartongesso: guida pratica

Le pareti di cartongesso rappresentano una delle voci più diffuse sui preventivi per la ristrutturazione della casa.

È da diversi decenni che questo materiale viene impiegato nel settore dell’edilizia per realizzare muri, soffitti e controsoffitti. Le pareti realizzate in questo modo non sono formate da mattoni, ma da lastre di gesso trattato e inserito tra due fogli di cartone. A seconda delle necessità, il cartongesso può essere ulteriormente lavorato per essere reso idrorepellente (il trattamento andrebbe effettuato soprattutto per ambienti come bagno e cucina), resistente al calore e alle fiamme e isolato sia a livello termico che acustico. Le lastre di cartongesso vengono poi montante su intelaiature di acciaio zincato.

Pareti e soffitti così realizzati offrono notevoli vantaggi tra cui rientrano la facilità di montaggio (e di smontaggio), la resistenza, l’isolamento che sono in grado di offrire e il prezzo accessibile. Tutto questo compensa le difficoltà nell’appendere ganci e mensole e l’attenzione costante a non dare colpi al muro troppo forti.

Il costo del cartongesso rimane un punto a suo favore soprattutto se confrontato con i prezzi al metro quadro per la realizzazione delle pareti di mattoni.

Quanto costa fare una parete di cartongesso al mq

Il costo di una parete o di soffitto in cartongesso dipende dai metri quadri di estensione. Maggiore sarà la superficie da coprire, più il prezzo salirà. Influiscono sulla spesa finale anche la difficoltà d’accesso alla superficie. In aree ad accessibilità ridotta, infatti, il costo del cartongesso al mq aumenta anche del 50%.

Una parete in cartongesso spessa all’incirca 12,5 cm costerà intorno ai 38 euro al metro quadro. Se la si vuole dotare di isolamento termico-acustico, il prezzo salirà leggermente. La stessa cosa si può dire per applicare materiali che aiutino a contenere l’umidità. Il controsoffitto in cartongesso, invece, ha un costo medio di 28 euro.

I prezzi indicati sono calcolati sulla base della media nazionale, ma possono variare da regione a regione o essere condizionati da una serie di fattori. Ci sono anche dei lavori preparativi da affrontare prima di montare le pareti o i soffitti in cartongesso. Si tratta della sabbiatura, dello spostamento della mobilia, della riparazione dei buchi nelle pareti, dell’eliminazione delle macchie d’umidità e della protezione di prese o interruttori con il nastro adesivo. Tutte queste operazioni hanno un costo che varia da 1 a 3 euro al metro quadro e solitamente aumentano la spesa finale del 10% o del 30%.

Il tipo di rivestimento e il costo della manodopera

Il muro in cartongesso può essere rivestito o attraverso dei pannelli pre-costruiti che tolgono qualsiasi irregolarità alla parete oppure grazie all’intonaco umido realizzato attraverso un miscuglio di calce, cemento annacquato e sabbia. A seconda del rivestimento utilizzato, varierà il costo finale del cartongesso.

Vanno considerate anche le spese per la manodopera dell’imbianchino che si occuperà di unire tutte le lastre di cartongesso e di ricoprirle con uno strato di intonaco per creare una superficie regolare. Si tratta di un lavoro di precisione che andrebbe sempre affidato a un professionista piuttosto che lasciato al fai da te.

Costo della finitura e della tinteggiatura per il muro in cartongesso

Oltre al costo della posa per il muro di cartongesso, bisogna considerare anche le spese aggiuntive per le finiture da applicare quando il lavoro sulla parete è ormai completato. È possibile, infatti, decorare la parete. Si può decidere di applicare un intonaco decorativo che restituisca all’ambiente un’atmosfera particolare. I costi per la finitura partono da un minimo di 1 euro al metro quadro e arrivano anche a 3 euro.

Per motivi legati all’interior design, si può anche decidere di pitturare la parete di un determinato colore. La tinteggiatura deve essere effettuata da un professionista che solitamente richiede un certo compenso in base alle ore di lavoro da effettuare.

Una volta terminata la posa delle pareti in cartongesso bisogna pulire la zona interessata dai lavori. Bisognerà liberarsi dei detriti utilizzando l’acqua e ripulire gli ambienti dalla polvere. Tutto questo ha un costo aggiuntivo che potrebbe incidere per il 3% o 5% sul prezzo finale delle operazioni. I lavori di pulizia possono anche essere contemplati nel fai da te ed essere lasciati nelle mani di chi vive all’interno dell’immobile. Tuttavia, se sarà necessario smaltire delle componenti edilizie è sempre meglio rivolgersi a delle imprese specifiche. Il servizio chiavi in mano comprenderà anche questo tipo di interventi.

Fattori che influenzano il costo del cartongesso

A definire il costo del cartongesso al mq sono anche i seguenti fattori:

  • il luogo del lavoro: il prezzo del cartongesso varia a seconda che si tratti di pareti interne o esterne. Solitamente le prime sono meno care delle seconde che vedono aumentare anche i costi dell’intonacatura del 5% o dell’8%;
  • le pareti molto alte richiedono metodi di lavorazione più impegnativi e tempi di realizzazione maggiori. Tutto questo potrebbe tradursi con un aumento della spesa del 20% circa;
  • la rimozione del vecchio intonaco che può essere inclusa o meno nel preventivo (occorrerà chiedere informazioni in merito);
  • le superfici non rifinite devono diventarlo. Di conseguenza, bisogna calcolare i costi della manodopera da aggiungere al prezzo del cartongesso;
  • le stanze in cui si effettuano i lavori: se la casa è già abitata e le operazioni interessano una stanza già arredata, bisognerà spostare i mobili e coprirne degli altri così da facilitare il lavoro e non rovinare l’arredamento. Queste operazioni possono incidere sul costo della manodopera. Per risparmiare, si potrebbe anche decidere di farlo senza coinvolgere i professionisti e lasciare a loro solo il lavoro tecnico.

costo cartongesso mq per lavori

Muri in cartongesso: il costo della riparazione a confronto con quelli della costruzione

I costi per riparare un muro in cartongesso possono essere impegnativi. In media, si parla di cifre che si aggirano intorno agli 800 euro. Questo perché rifare la parete richiede una serie di operazioni aggiuntive – come rimuovere il vecchio intonaco, riparare le crepe e preparare la superficie per la ristrutturazione – che hanno un loro peso economico.

Più contenuta è la cifra necessaria all’installazione di una parete in cartongesso. Cifra che potrebbe deve tener conto anche delle misure preparative come:

  • la preparazione della superficie;
  • la rimozione di polvere e muffa;
  • il controllo della superficie per una corretta adesione;
  • la preparazione della malta;
  • i costi dell’applicazione.

Il costo del cartongesso nel 2022 grazie alle agevolazioni fiscali

Non bisogna dimenticare di segnalare la costruzione delle pareti di cartongesso al Catasto. Nel caso in cui i lavori avvengano per separare degli spazi e cambiare la destinazione d’uso dell’immobile, è necessario presentare la SCIA al Comune, altrimenti sarà sufficiente la CILA. Lì dove le nuove pareti di cartongesso siano realizzate all’esterno per creare un nuovo spazio chiuso, bisogna richiedere il Permesso di costruire.

Tutti questi documenti hanno un loro costo che può essere maggiore o minore a seconda dei professionisti coinvolti o delle certificazioni richieste. Fortunatamente, il costo del cartongesso può essere ammortizzato grazie alle agevolazioni fiscali contemplate nella Legge di Bilancio 2022.

Costruire una parete in cartongesso rappresenta un intervento di manutenzione straordinaria. Di conseguenza, chi intraprende questo tipo di lavori può beneficiare del bonus per la ristrutturazione della casa e detrarre il 50% della spesa sotto forma di minore Irpef da pagare per i successivi 10 anni dal completamento dei lavori.

CHIAMACI allo 800 900 457
DAL LUNEDÌ AL VENERDÌ, DALLE 9.00 ALLE 17.00
Oppure inserisci i tuoi dati: un nostro consulente ti contatterà al più presto.