I NOSTRI UFFICI SARANNO CHIUSI DALL'8 AL 22 AGOSTO.
bonus ristrutturazione casa

Bonus ristrutturazione casa: come funziona e come ottenerlo

Molte persone si lasciano scoraggiare dai costi di ristrutturazione e non si decidono mai ad iniziare quei lavori che sono importanti per vivere al meglio la propria casa. Il benessere personale non ha prezzo. La casa deve rispecchiare la tua personalità e deve riuscire a farti provare emozioni positive. L’arredamento deve essere funzionale e ben integrato con lo spazio, ma deve anche raccontare uno stile di vita nel quale potersi riconoscere.

Il bonus ristrutturazione per la casa del 2021 è un incentivo in più che consente di intraprendere un’avventura così impegnativa e complessa, con qualche preoccupazione in meno. I dubbi ci saranno sempre ma è importante saper cogliere questa preziosa opportunità.

Come funziona il bonus? Come si ottiene? Quando si può richiedere? Sono tutti interrogativi legittimi a cui è necessario dare delle risposte.

Che cos’è e come funziona il bonus ristrutturazione

Il bonus ristrutturazione è un’agevolazione fiscale prevista dal decreto Rilancio per il 2021, che coinvolge tutti i lavori di manutenzione straordinaria, di restauro, di ristrutturazione edilizia o di risanamento conservativo. È valido sia per le singole unità immobiliari e residenziali, sia per le parti comuni dei condomini.

Per gli aventi diritto che ne faranno richiesta, sarà prevista una detrazione del 50% sulle spese sostenute fino al limite di 96mila euro. All’interno della spesa è possibile conteggiare anche i costi della progettazione e le singole prestazioni professionali. Questa agevolazione si applica alla dichiarazione dei redditi e viene riconosciuta in dieci rate annuali di pari importo. Si può anche scegliere di usare l’agevolazione IRPEF sotto forma di sconto in fattura da parte dell’impresa o di cessione del credito d’imposta.

Bonus ristrutturazioni: ecco le spese ammesse

Il bonus può essere richiesto solo quando vengono effettuati determinati lavori per la casa. I principali sono i seguenti:

  • miglioramento dei servizi igienici;
  • sostituzione di infissi, serrande e serramenti;
  • rifacimento o realizzazione di scale interne;
  • realizzazione di una mansarda, di un balcone e/o di una veranda;
  • recinzione di un’area privata.

Da quest’anno, rientrano nell’agevolazione anche i lavori di sostituzione delle porte interne e del gruppo elettronico di emergenza esistente con generatori di emergenza a gas di ultima generazione. Nel primo caso, però, il bonus è applicabile solo se si ha un progetto di ristrutturazione della casa più articolato che prevede operazioni di manutenzione straordinaria.

bonus ristrutturazione casa

Le detrazioni sono previste anche per i lavori di ristrutturazione che riguardano le parti comuni di un condominio. Nel caso in cui vengano realizzati autorimesse e posti auto pertinenziali o si installino ascensori o montacarichi per l’eliminazione delle barriere architettoniche è possibile richiedere il bonus. Ma non è finita qui. Rientrano anche i lavori che prevedono l’installazione di cancelli, sistemi di videosorveglianza e porte blindate, le bonifiche da amianto, la cablatura dell’edificio e interventi di contenimento dell’inquinamento acustico.

Possono richiedere il bonus ristrutturazione tutti i proprietari di un immobile, gli usufruttuari e titolari del diritto di abitazione e i locatari e comodatari che sostengono le spese.

Bonus ristrutturazione: come ottenerlo

Ottenere il bonus ristrutturazione della casa non è così difficile, si deve saper gestire dei passaggi fondamentali per raggiungere l’obiettivo.

Innanzitutto, occorre pagare tutte le operazioni con bonifico bancario/postale o con carta di credito intestata al proprietario o proprietaria dell’immobile. Non sono ammessi pagamenti in contanti o mediante assegni. Inoltre, bisogna conservare tutte le fatture e i documenti relativi al pagamento dei lavori.

Se gli aspetti burocratici sono a posto, si può procedere con la richiesta che viene emessa direttamente attraverso la dichiarazione dei redditi. Al momento della compilazione, bisogna indicare i dati catastali dell’immobile e gli estremi di registrazione dell’atto dei lavori. Tutto questo se si vuole ricevere il bonus nell’arco di dieci anni. Se, invece, si preferisce usufruire dello sconto in fattura o della cessione del credito d’imposta, si avvia una specifica procedura online per inviare una comunicazione all’Agenzia delle Entrate.

bonus ristrutturazione casa

Come accedere al bonus ristrutturazione con Bassetti Home Innovation

Decidere di affidarsi a dei professionisti esperti nelle questioni fiscali può essere un vantaggio. Questo avviene con il servizio di ristrutturazione chiavi in mano. Il team che si occupa dei lavori non si occupa solo delle fasi di progettazione e realizzazione, ma anche degli aspetti burocratici, compresa la richiesta per il bonus ristrutturazione.

Bassetti Home Innovation sa quanto sia importante rendere la casa il più simile possibile ai sogni di chi la abita. Proprio per questo il suo obiettivo è quello di rendere le operazioni di ristrutturazione piacevoli per il cliente. Siamo attenti alle tue esigenze e lo dimostriamo non solo nella cura con la quale realizziamo progetti di qualità, ma anche occupandoci di tutti i documenti relativi a permessi e agevolazioni.

Ti guidiamo nella compilazione della dichiarazione dei redditi o della procedura online dell’Agenzia dell’Entrate, nel caso in cui tu voglia avere uno sconto in fattura o usufruire della cessione del credito d’impresa.

Ti saremo accanto e ti daremo supporto per realizzare il progetto della tua futura casa, una tappa importante della tua vita.

I nostri Uffici saranno chiusi dall'8 al 22 agosto

CHIAMACI allo 800 900 457
DAL LUNEDÌ AL VENERDÌ, DALLE 9.00 ALLE 17.00
Oppure inserisci i tuoi dati: un nostro consulente ti contatterà al più presto.