PER PROGETTARE LA CASA DEI TUOI SOGNI SCEGLI BASSETTI HOME INNOVATION.
bonus ristrutturazione seconda casa

Bonus ristrutturazione seconda casa: guida completa alle agevolazioni e detrazioni

La Legge di Bilancio 2022 (n. 234 del 30 dicembre 2021) ha previsto anche quest’anno il rinnovo di alcuni bonus volti a incentivare e agevolare l’acquisto, l’affitto o la ristrutturazione di vecchi immobili. Alcuni di questi, come ad esempio il bonus affitto e il bonus affitti Covid, non sono stati rinnovati, mentre altri sono stati introdotti per la prima volta a partire dal 1° gennaio 2022. Si tratta del Bonus barriere architettoniche e del Bonus affitti giovani. Le agevolazioni previste per i lavori di ristrutturazione, invece, sono rimaste quasi tutti invariate.

Il Superbonus 110%, l’Ecobonus, il Bonus ristrutturazione, il Bonus mobili, il Bonus verde (solo per citare quelli più noti) continuano ad essere validi anche per le operazioni avviate nel corso del 2022.

Una domanda sorge spontanea: tutte queste agevolazioni sono valide anche per le seconde case? Se si possiedono due immobili da ristrutturare è possibile ottenere una detrazione fiscale per entrambi oppure solo per uno?

In questo caso, la legge tiene conto della casa, non della proprietà. Di conseguenza, se si effettuano dei lavori di ristrutturazione in due appartamenti di proprietà della stessa persona, è possibile chiedere due Bonus ristrutturazione, uno per la prima e uno per la seconda casa. La stessa cosa vale anche per tutti gli altri bonus citati.

Bonus ristrutturazione per la seconda casa: cosa prevede

Una volta chiarito che il Bonus ristrutturazione è valido anche per le seconde case, è bene capire di che cosa si tratta e quando è possibile richiederlo.

Quando vengono effettuati determinati lavori di manutenzione straordinaria, è possibile richiedere una detrazione Irpef del 50% per le spese sostenute. Gli immobili coinvolti in questo bonus sono sia le singole unità immobiliari residenziali, comprese le seconde case non adibite ad abitazione principale, sia le parti comuni dei condomini. C’è, però, un tetto massimo di spesa che è pari a 96mila euro per ogni unità immobiliare.

L’agevolazione può essere richiesta al momento della presentazione della dichiarazione dei redditi allegando la fattura relativa alla spesa e la ricevuta di pagamento che dovrà essere effettuato solo mediante bonifico o assegno. La detrazione avverrà nell’arco dei dieci anni tramite quote di pari importo.

Quindi, se si hanno due case da ristrutturare nel 2022, si può chiedere una detrazione del 50% sulla prima casa e una sempre del 50% sulla seconda anche nel caso in cui non si viva stabilmente lì, ma la si usi solo in alcuni periodi dell’anno.

Al posto della detrazione è possibile optare per la cessione del credito e per lo sconto in fattura, ma solo nei casi previsti dal decreto antifrode n. 157/2021. Sarà necessario il visto di conformità e l’attestazione di congruità dei prezzi.

Quali sono i lavori previsti nel bonus ristrutturazione

Rientrano nel Bonus ristrutturazione tutti quegli interventi effettuati per recuperare un immobile o per restaurarlo. Il rifacimento degli impianti, della pavimentazione e degli infissi sono tutte operazioni passabili di detrazione. Tra queste figurano anche gli interventi che promuovono il risparmio energetico, come l’installazione di pannelli fotovoltaici, oppure quelli che consentono la creazione di nuovi posti auto.

Per i condomini, è possibile includere nel bonus gli interventi che riguardano le rampe di scale, il risparmio energetico, gli infissi, la recinzione e gli ascensori.

bonus ristrutturazione seconda casa

Per il 2022 è stato chiarito che rientra nel Bonus ristrutturazione, sia per la prima sia per la seconda casa, anche la sostituzione delle porte interne. Alcuni credevano che questi lavori andassero conteggiati nella detrazione prevista dal Bonus mobili, ma in realtà coinvolgono gli infissi e non l’arredamento.

Bonus facciate 2022 per la seconda casa

È stato prolungato per il 2022 anche il Bonus facciate che prevede una detrazione Irpef sui costi sostenuti per sistemare e rinnovare le facciate esterne degli edifici. Quest’anno, però, l’agevolazione non sarà del 90% come era nel 2021, ma del 60%. Non ci sono limiti di spesa o importi massimi per la detrazione. Tutto ciò vale anche per le seconde case.

Bonus mobili 2022 per la seconda casa

Chi decide di ristrutturare il proprio appartamento potrebbe optare anche per un cambio di interior design. Se decidessi di acquistare nuovi mobili per la seconda casa nell’ambito di un progetto di ristrutturazione, potresti beneficiare del Bonus mobili ed elettrodomestici. Per il 2022 la detrazione rimane del 50%, ma il tetto massimo di spesa arriva a 10 mila euro a fronte dei 5 mila euro previsto l’anno scorso. Questa agevolazione consentirà non solo di rinnovare l’arredamento, ma anche di puntare sull’acquisto di elettrodomestici appartenenti alla classe energetica A o superiore ad essa.

Il Superbonus 110% sulle seconde case

Il Superbonus 110%, introdotto per la prima volta dal Decreto Rilancio del 2020, promuove gli interventi di riqualificazione energetica, di riduzione del rischio sismico e di installazione delle colonnine per la ricarica di auto elettriche.

La nuova Legge di Bilancio ha previsto anche per il 2022 questa agevolazione confermando la sua estensione anche agli interventi effettuati sulle seconde case. Quest’anno c’è una novità: è possibile accedere alla detrazione del 110% anche se l’immobile in questione è un’abitazione unifamiliare, cosa non prevista nella prima versione del decreto. Inoltre, nel 2022 ci saranno 4 quote annuali, non 5 come nel 2021.

bonus ristrutturazione seconda casa

Detrazioni fiscali per la seconda casa: il supporto di Bassetti Home Innovation

Ristrutturare le seconde case con queste agevolazioni conviene anche se non si tratta di immobili in cui si passa molto tempo. Questi bonus danno l’opportunità di rifare gli infissi, migliorare gli impianti per limitare gli sprechi energetici e permettono di rinnovare l’arredamento per renderlo più moderno, in linea con le tendenze attuali. E’ un’occasione da non perdere per vivere al meglio gli spazi abitativi anche quando si è in vacanza.

Se hai dubbi sul Bonus ristrutturazione o su qualsiasi altra detrazione, puoi rivolgerti ai professionisti di Bassetti Home Innovation. Nel nostro team non mancano persone specializzate, pronte a chiarire ogni tua perplessità.

CHIAMACI allo 800 900 457
DAL LUNEDÌ AL VENERDÌ, DALLE 9.00 ALLE 17.00
Oppure inserisci i tuoi dati: un nostro consulente ti contatterà al più presto.