PER PROGETTARE LA CASA DEI TUOI SOGNI SCEGLI BASSETTI HOME INNOVATION.
bonus caldaia

Guida completa al Bonus caldaia 2022: in cosa consiste e come richiederlo

Per generare calore all’interno dell’abitazione è necessaria la presenza della caldaia. Prima della sua invenzione, le comodità domestiche erano davvero limitate. Era impossibile lavarsi con l’acqua calda né ci si poteva riparare dal freddo durante l’inverno se non possedendo camini e stufe e coprendosi per bene. L’arrivo di questa macchina ha cambiato del tutto il modo di vivere gli spazi della casa, migliorando di tanto la qualità di vita. Nonostante questi aspetti positivi, non si può negare che l’uso della caldaia comporti un importante dispendio di energia e di risorse. Di conseguenza, anche il costo della bolletta può risultare oneroso.

Per evitare sprechi eccessivi, è possibile provvedere all’installazione di un nuovo macchinario che risulti più sostenibile grazie alle moderne tecnologie di funzionamento. Per incentivare la scelta di sostituire un apparecchio vecchio, lo Stato ha messo a disposizione dei cittadini il bonus caldaia 2022.

In che cosa consiste il bonus caldaia

La Legge di Bilancio 2022, che ha previsto numerose agevolazioni edilizie tra cui il bonus cucina e il bonus infissi, ha stabilito anche la possibilità di richiedere una detrazione per la sostituzione della caldaia quando quest’ultima appartenga a una classe energetica alta, almeno la A. Queste misure servono a incentivare i cittadini ad adottare elettrodomestici e macchinari ecosostenibili che aiutino a risparmiare risorse ambientali.

Il bonus per la caldaia può essere applicato con diverse percentuali in base al tipo di interventi effettuati.

  • Agevolazione al 50%

Nel caso in cui si sia già usufruito del bonus ristrutturazione, è possibile richiedere anche il bonus caldaia nel caso in cui se ne sia acquistata una senza sistema evoluto di termoregolazione almeno di classe A. Il limite massimo di spesa è pari a 96 mila euro. La detrazione può essere abbinata anche al bonus mobili.

  • Agevolazione al 65%

Il bonus caldaia 2022 può essere associato anche all’Ecobonus se il macchinario acquistato oltre ad essere di classe energetica A possiede anche un sistema di termoregolazione evoluto di classe V, VI o VII. Nel primo caso si avrà una caldaia in grado di cambiare la temperatura a seconda dell’ambiente circostante mentre nel secondo la centralina riesce a regolare sia la temperatura interna che quella estera. Il sistema di classe VII, invece, possiede molti più sensori in grado di controllare l’ambiente circostante. L’agevolazione prevede un tetto massimo di spesa pari a 30 mila euro.

La detrazione al 65% può essere applicata anche per conto del GSE con il Conto Termico nel caso in cui si sia provveduto alla sostituzione degli impianti di climatizzazione invernali con altri a pompa di calore o con gli impianti solari termici per la produzione di acqua calda sanitari.

  • Agevolazione al 110%

Nell’ambito dei lavori per cui è previsto il Superbonus 110% è presente anche la possibilità di sostituire la caldaia e di richiederne la detrazione per la spesa. Questo a patto che l’abitazione migliori di almeno due classi energetiche o la caldaia raggiunga una classe energetica più alta della precedente.

scadenza del bonus caldaia

Bonus caldaia per i condomini

Anche i condomini che provvederanno alla sostituzione della caldaia hanno diritto a richiedere il bonus. Su una spesa massima di 40 mila euro si può ottenere fino al 75% di agevolazione. Per lavori più impegnativi che comportino anche il miglioramento delle prestazioni antisismiche si può arrivare anche a una percentuale dell’85% e a un tetto massimo pari a 136 mila euro.

Sostituzione caldaia 2022: chi ha diritto al bonus

Il bonus caldaia 2022 può essere richiesto da chi provvede alla sostituzione della caldaia. Nello specifico, potrebbe trattarsi del proprietario dell’immobile, dall’affittuario oppure da chi ha in usufrutto l’immobile. Ognuno di questi soggetti dovrà essere in regola con il pagamento dei tributi sulla proprietà. Inoltre, l’immobile in cui verrà installata la nuova caldaia deve essere accatastato (o in procinto di) e deve già possedere un impianto di riscaldamento.

I condomini possono richiedere il bonus caldaia attraverso l’amministratore.

Bonus per il cambio caldaia: come richiederlo

Il bonus caldaia verrà ripartito nel corso di cinque o dieci anni in quote di pari importo sulla dichiarazione del 730 fino al tetto massimo di spesa stabilito. Se non si ha la possibilità di aspettare questo intervallo di tempo, è possibile richiedere lo sconto in fattura per la ristrutturazione oppure la cessione del credito, e ottenere subito la detrazione spettante.

Per presentare la domanda bisogna aspettare la data di fine lavori che dovrà essere comunicata all’ENEA tramite apposita procedura. A quel punto, si può procedere con la richiesta della detrazione presentando una serie di documenti al CAF o al proprio commercialista al momento della compilazione della dichiarazione dei redditi. I documenti sono:

  • le fatture di spesa sostenute;
  • il certificato di asseverazione rilasciato da un ingegnere o un geometra;
  • le ricevute dei bonifici con la dicitura specifica del bonus in cui si esplicitano la causale, il codice fiscale di chi lo effettua e la partita IVA della ditta che beneficia del pagamento;
  • ricevuta della trasmissione della documentazione a ENEA;
  • le schede tecniche relative alla caldaia firmate dal tecnico e dal cliente.

Scadenza del bonus caldaie

Chi vuole usufruire del bonus caldaia 2022 deve completare i lavori di ristrutturazione e di sostituzione del macchinario entro il 31 dicembre 2022. Nel caso di interventi che riguardano tutto il condominio, la scadenza per richiedere il bonus si prolunga e arriva fino al 31 dicembre 2023.

Incentivi caldaia 2022: chiedi a Bassetti Home Innovation

I professionisti di Bassetti Home Innovation sono a disposizione dei loro clienti per chiarire qualsiasi dubbio relativo al bonus caldaia 2022 e per studiare le tipologie di intervento più adatte ad ogni situazione.

CHIAMACI allo 800 900 457
DAL LUNEDÌ AL VENERDÌ, DALLE 9.00 ALLE 17.00
Oppure inserisci i tuoi dati: un nostro consulente ti contatterà al più presto.