PER PROGETTARE LA CASA DEI TUOI SOGNI SCEGLI BASSETTI HOME INNOVATION.
arredare un angolo morto della casa

Come arredare gli angoli vuoti in una casa: guida pratica

I primi mobili che si scelgono per arredare casa sono quelli utili alla vita di tutti i giorni. Ogni ambiente ha i suoi “immancabili”: per il salotto si tratta del divano e della televisione, per le camere del letto e dell’armadio, per la cucina dei vari elettrodomestici e del tavolo da pranzo. Una volta disposti gli arredi principali, a volte capita di ritrovarsi con uno spazio vuoto abbastanza grande da essere notato, ma non troppo da poter essere attrezzato come zona a sé stante. Arredare un angolo morto, così, può essere molto più difficile di quanto non si creda. Sarebbe preferibile che l’elemento da inserire sia utile alle abitudini di chi vive la casa oppure abbia un carattere decorativo in linea con i gusti degli abitanti. In ogni caso, l’oggetto deve essere coerente con il resto dell’arredamento e deve integrarsi perfettamente con lo stesso. Più i metri quadri a disposizione sono limitati, più potrebbe essere difficoltoso trovare la soluzione più adatta.

In casi simili, richiedere la consulenza di un interior designer potrebbe tornare molto utile. Grazie all’esperienza accumulata nel progettare arredamenti interni, questi professionisti possono offrire numerosi consigli e proporre idee originali e di tendenza che saranno sicuramente adatte allo spazio che si ha a disposizione. Per una sistemazione coerente e funzionale dei mobili e dei complementi d’arredo si può richiedere la consulenza di Bassetti Home Innovation.

Abbellire un angolo della casa: ecco come fare

La prima cosa da fare per abbellire un angolo della casa rimasto vuoto è chiedersi che tipo di spazio o di zona si vorrebbe avere in casa propria. La scelta dipenderà molto dalle passioni, dal tipo di lavoro che si svolge oppure dal tipo di abitudini che si hanno. È importante valutare anche il luogo in cui si trova l’angolo morto. Lo spazio del soggiorno, ad esempio, è molto frequentato e potrebbe non essere adatto a stimolare il relax o l’intimità. La camera da letto, al contrario, potrebbe non rappresentare lo spazio ideale per uno studio o per il bancone da bar, visto che rappresenta un ambiente più riservato della casa.

Una volta deciso che tipo di zona si vuole realizzare, bisogna verificarne la fattibilità. Le dimensioni dello spazio sono fondamentali per capire quali e quanti mobili inserire.

  • Angolo studio

Creare un angolo studio in soggiorno può essere un’ottima idea quando si ha uno spazio vuoto da riempire, visto che bastano davvero pochi metri quadri per creare un ambiente funzionale e confortevole. È utile per chi ama studiare, scrivere o per chi svolge parte del proprio lavoro a casa. Inoltre, uno spazio simile è adatto a qualsiasi stile di design purché forme e colori dell’arredo siano coerenti con il resto del mobilio.

Si può optare per una parete attrezzata con una scrivania integrata, anche di piccole dimensioni, oppure per strutture componibili e personalizzabili. Il tavolo da lavoro potrebbe essere realizzato su misura sfruttando i centimetri a disposizione e la disposizione delle pareti oppure, se è d’intralcio al passaggio, potrebbe anche essere a scomparsa.

La presenza di librerie o mensole al di sopra della scrivania consente di riporre documenti, libri o quaderni importanti. Inoltre, si hanno a disposizione delle superfici da arricchire con cornici o oggetti decorativi.

  • Angolo relax

Quasi mai si sa come riempire gli angoli vuoti dalle dimensioni molto ridotte. Invece della solita libreria, si potrebbe optare per un dondolo da interni. Sul mercato si trovano diversi modelli: alcuni hanno una base, altri invece vanno appesi al soffitto. In entrambi i casi, questa seduta arricchita dalla presenza di cuscini morbidi e colorati può essere utile per concedersi dei momenti rilassanti durante la giornata. Se si riesce a posizionare il dondolo vicino alla finestra e l’abitazione affaccia su un bel giardino o panorama, il comfort sarà assicurato. Questo singolo mobile sarà sufficiente per creare un perfetto angolo relax in casa da utilizzare ogni qualvolta si voglia sorseggiare una bevanda calda o fresca o si ha tempo per ascoltare un po’ di buona musica. Qualora lo spazio lo consentisse, si può affiancare alla seduta anche un tavolino per appoggiare bicchieri, stuzzichini o un riproduttore audio o anche una pianta per colorare l’ambiente.

  • Angolo lettura

Ci sono molte persone appassionate di libri che sognano da sempre di avere in casa uno spazio tutto dedicato alla lettura. A livello estetico, l’ambiente migliore per posizionare una poltrona da lettura con libreria e tavolino da caffè è quello di fronte al camino, accanto a una finestra oppure in un angolo morto della casa. Zona giorno e notte sono entrambe ottime location per allestire una zona simile. Per rendere la seduta ancora più confortevole si potrebbe pensare a una chaise-longue oppure a un pouf da usare come poggiapiedi. I libri letti o da leggere possono andare a occupare gli scaffali di una libreria a parete oppure delle mensole.

abbellire un angolo della casa

  • Angolo funzionale

Non tutti hanno la possibilità di arredare l’ingresso della casa. Nella maggior parte delle abitazioni moderne, infatti, la zona giorno è unica e ha inglobato gli spazi di soggiorno, cucina, sala da pranzo e ingresso. Per questo motivo, se si ha un angolo morto a disposizione vicino alla porta, si potrebbe pensare di renderlo funzionale con la creazione di uno spazio per il guardaroba. Si può optare per un mobile ad ante oppure per un appendiabiti appeso al muro con sotto una panca o una piccola scarpiera. In alternativa, si può inserire uno specchio a parete oppure mobile utile per sistemarsi prima di uscire di casa.

  • Angolo green

Le piante sempreverdi rappresentano un’ottima soluzione per riempire un angolo vuoto del salotto, soprattutto se si è scelto come stile d’arredamento il design scandinavo o quello rustico. È meglio optare per un arbusto le cui foglie non appassiscono mai perché così si avrà quel tocco di colore vivacizzante in ogni stagione.

Piante e fiori sono l’ideale per creare un’atmosfera accogliente e tranquilla.

  • Angolo bar

Negli open space cucina e salotto gli spazi vuoti potrebbero essere impiegati per realizzare un piccolo angolo bar su cui disporre le bottiglie di alcolici da offrire agli ospiti con i bicchieri più adatti alla bevanda scelta. Il mobile che tradizionalmente si usa in questi casi è il carrello con le rotelline che si può adattare a vari stili.

L’angolo bar può essere realizzato anche da chi non ama particolarmente il bere. Gli astemi possono utilizzare un ripiano per appoggiare la macchinetta del caffè, il bollitore e le varie tazze.

  • Angolo decorativo

Non è detto che un angolo morto della casa debba per forza essere arredato in maniera funzionale. Si può anche propendere per una soluzione puramente estetica. In questi casi, le possibilità sono molteplici: si può appendere un quadro, posizionare una piantana dal design particolare (coerente con il resto dell’arredamento) oppure decorare la parete con adesivi o con carta da parati fantasiosa.

Un elemento decorativo particolarmente originale è rappresentato dalla scala, quella stessa che spesso si usa in casa per raggiungere i ripiani più alti. Se la si dipinge con un colore vivace e si dispongono sui gradini delle piantine o degli oggetti decorativi, la scala renderà molto più prezioso l’ambiente circostante e l’angolo morto diventerà uno degli spazi più intriganti e interessanti della casa.

CHIAMACI allo 800 900 457
DAL LUNEDÌ AL VENERDÌ, DALLE 9.00 ALLE 17.00
Oppure inserisci i tuoi dati: un nostro consulente ti contatterà al più presto.