Progetta la casa dei tuoi sogni con noi e paga metà della ristrutturazione in 48 comode rate a tasso 0.
arredare la lavanderia

Progetto lavanderia: ecco come arredare la zona della lavatrice

Quando si progetta l’arredamento di casa si pensa sempre agli ambienti più caratteristici in cui si passa la maggior parte del tempo domestico, oppure agli spazi che si sono sempre desiderati. Parlando di progetti di ristrutturazione, è piuttosto semplice sentir nominare la cabina armadio o l’angolo lettura tra gli spazi che devono essere ricavati dai metri quadri della casa. Più difficile è trovare qualcuno che abbia in mente di realizzare una zona lavanderia in casa. 

Questo dato di fatto non sorprende: è più difficile per la fantasia umana focalizzarsi sulla praticità, l’estetica è molto più accattivante. Eppure nessuno potrebbe mai rinunciare ad avere una lavatrice in casa. Questo elettrodomestico ha rivoluzionato la vita domestica facilitando delle faccende che prima richiedevano un grande dispendio di tempo ed energie. Di conseguenza, quando si arreda una casa, arriva sempre il momento in cui si deve capire dove mettere la lavatrice. Tra l’altro, viste le dimensioni degli apparecchi moderni, il problema non è irrisorio e un angolo non vale come un altro. 

Piuttosto che ritrovarsi alla fine della progettazione con la questione della posizione della lavatrice ancora aperta, sarebbe meglio pensare sin da subito a come arredare la lavanderia. In questo modo, la scelta dei mobili non sarà rimediata, ma ragionata e pensata come tutto il resto del mobilio. Farsi guidare nella progettazione dell’interior design da un professionista è sempre la cosa migliore poiché gli anni di esperienza portano a valutare situazioni che il profano non riesce a cogliere del tutto o non in maniera così pronta. Un interior designer è utile per capire anche come arredare in modo sostenibile una casa. Il suo coinvolgimento potrebbe aiutare a scegliere elettrodomestici migliori dal punto di vista energetico andando a diminuire il consumo di risorse ambientali preziose. 

Idee d’arredo per la lavanderia: cosa non dovrebbe mancare

Una zona lavanderia deve essere innanzitutto funzionale. La disposizione dei mobili deve essere tale da rendere agevoli e veloci i movimenti. Inoltre, è opportuno che i mobili scelti vengano organizzati ordinatamente così da rendere la gestione del bucato molto semplice. Posizionare i mobili in maniera ordinata facilita le operazioni di pulizia dello spazio circostante e della lavatrice stessa. 

Negli ultimi anni, gli interior designer stanno curando molto anche l’aspetto della lavanderia cercando di far incontrare il lato pratico con quello estetico. In questo, ha aiutato molto la diffusione dello stile minimal che ha dimostrato che i mobili possono essere efficienti e belli e non l’una o l’altra cosa. Allo scopo di rendere visivamente più interessante la zona dedicata al lavaggio dei panni sono stati introdotti sul mercato diversi mobili contenitori all’interno dei quali è possibile inserire elettrodomestici incassati, cestini per i panni sporchi e puliti, il ferro da stiro, detersivi e lo stendino. 

In alternativa, questi stessi mobili possono essere distribuiti in angoli diversi della casa, ma il principio di integrarli in maniera organica e interessante nell’ambiente circostante rimane. Ed è così che le idee per arredare una lavanderia stanno iniziando a diventare sempre più numerose e interessanti tanto da essere considerate nei costi da sostenere per arredare casa

Progetto lavanderia: stanza dedicata o angolo ricavato?

Quando si deve decidere dove ricavare la lavanderia in casa si deve tener conto di tre aspetti: dove si andranno a stendere i panni, la rumorosità della lavatrice e la presenza di una finestra

Sarebbe meglio non avere l’apparecchio che lava troppo distante dal balcone così da non dover trasportare il carico di panni pesanti troppo a lungo. Si potrebbe anche pensare di accorciare qualsiasi distanza e acquistare un’asciugatrice, ma molto dipende dallo spazio che si ha a disposizione e dalle disponibilità economiche. 

La distanza tra zona all’aperto e zona lavanderia è sicuramente un elemento di cui tener conto, ma ancora più decisivo è l’aspetto della rumorosità. Nonostante la progressione tecnologica, la lavatrice rimane un elettrodomestico abbastanza rumoroso, soprattutto quando si attiva la centrifuga. Per evitare che i suoni prodotti disturbino le attività quotidiane o il sonno (non è raro avviare la lavatrice di notte) sarebbe meglio collocare la lavatrice lontana dalla zona notte. Se si trattasse di una stanza isolata a livello acustico, sarebbe ancora meglio.

La finestra non può mancare poiché, trattandosi di un ambiente molto umido, è necessario che si sia attrezzati per consentire il giusto ricambio d’aria

Una volta tenuto conto di questi elementi ed effettuate le opportune valutazioni si può scegliere tra due opzioni: dedicare alla lavanderia una stanza vera e propria oppure inserire tutto l’occorrente in un altro ambiente della casa facendo però attenzione alla scelta dei mobili.   

Come arredare una stanza lavanderia

Chi ha in casa spazio sufficiente a disposizione può facilmente pensare di organizzare uno spazio lavanderia. Se non si vuole sprecare metri quadri interni, si può sempre approfittare di un garage, di una cantina o del terrazzo (in quest’ultimo caso, però, bisogna prevedere una copertura per l’elettrodomestico per evitare che si bagni). 

Il locale della lavanderia non deve essere necessariamente grandissimo: bastano i metri utili a inserire la lavatrice, i cestini dei panni, il mobile dove posare l’asse e il ferro da stiro con i detersivi vari e un ripiano dove poter piegare i panni. Tutto questo basta per arredare una lavanderia piccola. In spazi dalle dimensioni contenute potrebbe rientrare anche un’asciugatrice da disporre in colonna con la lavatrice. 

Nelle idee d’arredo per la lavanderia si vede spesso anche un lavandino con una vasca più o meno grande. È il bacino all’interno del quale si potrebbero lavare a mano dei panni particolarmente delicati. 

Il colore più usato per arredare una lavanderia è il bianco, la tonalità da sempre identificativa degli elettrodomestici. Per variare, si potrebbe usare anche il beige o qualche altra tonalità pastello. Chi optasse per una lavatrice nera o grigio scuro può osare usando colori altrettanto scuri per i mobili. Solitamente, si predilige il marrone scuro con effetto legno. In ogni caso, bisogna optare per una pittura smaltata idrorepellente

Come organizzare la lavanderia in casa

Chi non ha una stanza da dedicare alla lavanderia deve necessariamente ripiegare su altri ambienti della casa. Le possibilità non mancano di certo, ma bisognerà fare molta attenzione a come integrare la lavatrice e gli altri mobili utili al suo utilizzo con il resto dei mobili. 

progetto lavanderia

  • La lavanderia in bagno

Il bagno è da sempre considerato l’ambiente più idoneo a contenere la zona lavanderia. Sarà per la presenza degli allacci che permettono di caricare e scaricare l’acqua o per la natura funzionale di questo spazio. 

Arredare la lavanderia all’interno del bagno potrebbe non essere semplice se si è deciso di rendere questo spazio un luogo dal forte impatto estetico in cui prendersi cura della propria persona. I mobili contenitori rappresentano la soluzione ideale e di tendenza in questi casi. 

Chi vuole lasciare l’elettrodomestico a vista può comunque contare su soluzioni altrettanto interessanti a livello visivo. Solitamente, la zona lavanderia si colloca vicino alla doccia, ma nulla vieta di realizzare un piano sotto al lavandino sufficientemente grande da contenere anche la lavatrice, i panni e i detersivi. 

  • La lavanderia in cucina

Chi deve arredare un bagno piccolo potrebbe vedersi costretto a trovare un altro posto in cui inserire la lavanderia. Molti scelgono la cucina. Soluzione discutibile più che altro per il problema degli odori delle preparazioni culinarie che potrebbero attaccarsi ai panni puliti in attesa di essere stirati. Per questo, sarebbe meglio organizzare la lavanderia in una colonna attrezzata chiusa alla vista. Ancora più efficace sarebbe chiudere con delle pareti in cartongesso un angolo della cucina e separare le due zone.

È possibile lasciare a vista la propria lavatrice in cucina, ma sarebbe preferibile integrarla a livello visivo nell’ambiente circostante, ponendola al di sotto dei ripiani ed evitare di lasciarla da sola in un angolo.  

  • La lavanderia nei ripostigli o nei sottoscala

Sottoscala e ripostigli sono luoghi ideali per organizzare l’ambiente della lavanderia. Ancora una volta è possibile scegliere tra soluzioni a vista e altre a incasso. 

In ambienti simili lo spazio a disposizione può essere piuttosto ristretto e potrebbero essere necessari dei mobili su misura. Chi decide di essere seguito nell’arredamento della lavanderia da professionisti potrebbe pensare di rivolgersi a un artigiano per chiedergli di realizzare delle strutture studiate appositamente per quegli spazi. Il servizio chiavi in mano di Bassetti Home Innovation offre anche questa opportunità. 

  • La lavanderia negli spazi esterni

Lì dove gli ambienti interni non sono così grandi, è possibile pensare di collocare la lavatrice e gli altri mobili necessari alla lavanderia sul balcone o sul terrazzo. Sarebbe la soluzione più adatta per contrastare il problema della rumorosità, soprattutto se si hanno infissi moderni e particolarmente efficienti a livello di isolamento acustico. Tuttavia, si tratta di una scelta rischiosa perché si lascia l’elettrodomestico esposto alle intemperie. Per evitare che si rompa anzitempo, è opportuno proteggere adeguatamente la lavatrice sfruttando pergolati, verande o anche mobili contenitori. 

Come arredare la lavanderia: chiedi a Bassetti Home Innovation

Dedicare tante attenzioni e pensieri al design della casa per poi cadere sul come arredare una lavanderia non è una bella sensazione. Per evitare di provarla, sarebbe meglio affidare fin da subito il progetto d’arredamento d’interni a dei professionisti. Bassetti Home Innovation è a tua disposizione per realizzare un progetto di lavanderia efficiente e originale.

CHIAMACI allo 800 900 457
DAL LUNEDÌ AL VENERDÌ, DALLE 9.00 ALLE 17.00
Oppure inserisci i tuoi dati: un nostro consulente ti contatterà al più presto.