PER PROGETTARE LA CASA DEI TUOI SOGNI SCEGLI BASSETTI HOME INNOVATION.
arredare casa piccola

Come arredare casa piccola: consigli utili ed errori da evitare

Idealmente, tutti vorrebbero avere a disposizione una villa con tantissimo spazio a disposizione da utilizzare nei modi più disparati. Si potrebbe costruire una sala cinema o una piccola palestra casalinga, poco importa: quando gli ambienti lo consentono, è possibile lasciare andare la fantasia e realizzare locali in cui coltivare le proprie passioni o il proprio benessere.

La realtà è ben diversa. Spesso gli appartamenti di recente costruzione mettono a disposizione degli inquilini pochi metri quadri in cui devono rientrare necessità e passioni. Arredare una casa piccola non è affatto semplice. Oltre alla coerenza del design, bisogna fare attenzione al bilanciamento dei mobili presenti. Deve esserci tutto ciò che può garantire una vita comoda e confortevole ma bisogna organizzarlo al meglio per evitare che gli ambienti risultino ingolfati. Scegliere colori e materiali non è più soltanto una questione di gusto, ma anche di accortezza per dare l’impressione che gli spazi siano più ampi.

Quando si cerca di capire come ristrutturare una casa, e in particolare una casa piccola, è utile chiedere consigli in merito soprattutto all’interior design. Ci sono delle soluzioni che funzionano decisamente meglio di altre. Consultare un professionista potrebbe aiutare a compiere determinate scelte e a mettere in atto trucchi e stratagemmi per rendere l’arredamento di una casa piccola più funzionale ed esteticamente più gradevole. Un esperto sa anche quali errori andrebbero evitati quando gli spazi a disposizione sono pochi.

Appartamento piccolo: come arredarlo

L’arredamento per una casa piccola deve tener conto di alcuni fattori fondamentali:

  • una divisione funzionale degli spazi;
  • colori che non diano l’impressione che gli ambienti siano più ristretti;
  • l’installazione di infissi scorrevoli o pareti girevoli.

È importante anche che nell’arredare una casa piccola ci sia modo di diversificare la zona notte dalla zona giorno. Anche se l’appartamento ha una superficie di soli 30 metri quadri e si tratta di un monolocale, bisognerebbe distinguere gli spazi per la loro funzionalità. E non è detto che a farlo debbano esserci dei muri. Possono essere usate anche librerie, armadi e contenitori in cartongesso. In questo modo, alla funzionalità si unirà l’estetica e si avrà modo di sfruttare l’altezza per creare un maggior numero di ripiani su cui posizionare oggetti e complementi d’arredo utili alla vita di tutti i giorni.

Gli spazi potrebbero essere definiti anche con dei tappeti o l’uso di colori. Riguardo questi ultimi bisogna ricordare che i colori chiari servono per illuminare e “allargare” la percezione degli spazi. Il bianco è l’ideale in questo senso, ma si potrebbe anche osare con dei colori più vivaci che delimitino un’area specifica. Per dare un senso di profondità, si potrebbe utilizzare il color blocking, ovvero si potrebbe applicare un unico colore a una superficie e ai mobili che le sono adiacenti.

Porte e finestre occupano spazio anche se non sembra. L’arco da loro disegnato quando vengono aperte o chiuse può rappresentare un problema nell’allestimento della casa poiché quello spazio deve essere lasciato libero onde evitare difficoltà nell’utilizzo. Per migliorare la vivibilità degli ambienti è consigliato l’uso di porte o vetrate scorrevoli così da guadagnare qualche metro quadro in più. Se si ha intenzione di optare per un arredamento moderno nella casa piccola, si potrebbero prevedere delle pareti girevoli. Un tocco estetico di grande finezza e contemporaneità.

Chi vuole ristrutturare casa vecchia parte sempre da un progetto su carta. L’organizzazione degli spazi, degli infissi e le loro tonalità sono scelte che vanno fatte da subito tenendo conto dei metri quadri che si hanno a disposizione. Solo in seguito, si può pensare anche ai mobili.

Arredare una casa piccola significa mettere in atto una serie di trucchi utili per sfruttare i pochi spazi disponibili facendoci rientrare il maggior numero di oggetti possibili.

La consolle e i tavoli pieghevoli

Altro aspetto. Per arredare spazi piccoli è necessario ricorrere spesso a dei mobili in grado di allungarsi al bisogno. Negli ultimi anni sta prendendo sempre più piede la consolle, un mobiletto di dimensioni ridotte e di grande impatto estetico dal quale si può estrarre un tavolo la cui superficie tocca anche i tre metri. È la soluzione ideale per monolocali o zone giorno di pochi metri quadri.

In alternativa, si può optare per un tavolo pieghevole da aprire e chiudere ogni volta che lo si desidera. Non è detto che in un appartamento da 40 metri quadri si debba rinunciare ad avere ospiti a meno che non si sia disposti a compromettere lo spazio che si ha. L’importante è organizzarsi con i mobili giusti.

Anche per la scrivania ci si potrebbe organizzare con un mobile a comparsa da posizionare in camera da letto se nella zona giorno c’è già un oggetto simile.

Divano letto o letto a scomparsa

Il principio del tavolo apribile si potrebbe applicare anche al divano o al letto. Il primo è utile negli appartamenti di 60 o 70 metri quadri dove non è possibile ricavare una stanza per gli ospiti. Il letto a scomparsa, invece, è ottimo per i monolocali dove non c’è separazione tra zona giorno e zona notte e dove è imperativo recuperare spazio. Quando chiusi, questi letti assumono l’aspetto di armadi e liberano una superficie notevole.

Mobili soppalcati

Per arredare una casa piccola di 30 o di 40 metri quadri si può ricorrere a dei mobili soppalcati che permettano di sfruttare gli spazi in verticale. Esistono letti rialzati con armadi o scrivanie sottostanti che permettono di avere una zona studio e una zona notte senza occupare molto spazio. Ci sono delle soluzioni che prevedono la presenza di una cucina con sopra la camera da letto. Potrebbe essere difficile da immaginare, ma è proprio così. Le soluzioni architettoniche e d’arredamento per i piccoli appartamenti si sono evolute nel tempo e sono diventate sempre più ricche ed interessanti a livello estetico.

Mobili su misura

Uno dei consigli che gli esperti elargiscono su come arredare case piccole riguarda i mobili su misura da commissionare a una falegnameria. È vero che la scelta comporta una spesa maggiore, ma spesso è l’unico modo per sfruttare al massimo tutti gli angoli della casa. Proprio perché c’è bisogno di ottimizzare gli spazi, costruire dei mobili delle giuste dimensioni è utile anche per valorizzare dei punti della casa stessa.

Una casa arredata con mobili su misura, anche se piccola, avrà un valore maggiore poiché sarà unica nel suo genere. Ciò vale sia dal punto di vista estetico che economico.

Mobili contenitori

Si può abbellire una casa piccola non solo grazie a mobili appositamente disegnati e realizzati, ma anche attraverso soluzioni d’arredamento creative che sappiano combinare praticità e originalità.

Per guadagnare spazio servono non solo mobili a scomparsa ma anche mobili in grado di contenere altri oggetti. Cassapanche, librerie molto alte, letti e tavoli con sotto cassetti e cassettoni rappresentano delle ottime soluzioni.

Se è presente un soppalco in casa, si potrebbe realizzare una scala con gradini contenitori in modo da utilizzare anche spazi puramente architettonici.

arredamento casa piccola

Come ristrutturare una casa piccola: gli errori da evitare

Qualsiasi interior designer che voglia dare consigli sull’arredamento di una casa piccola aggiungerà sempre delle raccomandazioni su cosa evitare. La lista comprende:

  • mobili di grandi dimensioni: vanno benissimo le librerie o gli armadi salvaspazio ma di larghezza e profondità adeguate agli ambienti che si hanno a disposizione. Altrimenti, c’è il rischio che risultino ingombranti e tolgano visibilità al resto dell’arredo;
  • mobili addossati alle pareti: è naturale pensare di ottimizzare gli spazi ristretti lasciando libero il centro e sfruttando al massimo le pareti. In realtà, questa scelta porta la casa a sembrare ancora più piccola. Lo spazio centrale va sfruttato in molteplici modi. Si potrebbe posizionare una libreria bifacciale oppure realizzare una parete attrezzata che divida la zona giorno dalla zona notte;
  • mettere un armadio in corridoio: se in un appartamento di 60 o 70 metri quadri c’è un corridoio che divide gli ambienti non andrebbe ingolfato con l’inserimento di un armadio o di una libreria. Ridurre lo spazio calpestabile potrebbe provocare una difficoltà di movimento in casa;
  • tinteggiare le pareti o il soffitto con colori scuri: questa scelta darebbe immediata all’occhio l’impressione che lo spazio sia notevolmente ridotto. Oltre alle tonalità chiare, bisognerebbe puntare su vetrate ampie e su un arredamento ricco di specchi;
  • scegliere più design per l’arredamento: nella scelta di mobili, materiali e colori bisognerebbe sempre mantenere una certa coerenza. Questo è tanto più vero per gli appartamenti piccoli visto che tutto si concentra in pochi metri quadri. Un mix di stili potrebbe provocare in chi guarda una sensazione di caos e confusione che non renderà di certo piacevole la vita all’interno di quegli spazi;
  • sbagliare l’illuminazione: in pochi metri quadri di casa bisognerebbe cercare di evitare gli angoli bui e le zone d’ombra poiché contribuirebbero a dare l’impressione che gli ambienti siano molto piccoli, più di quanto lo siano effettivamente;
  • scegliere un letto king size e dei comodini a terra nella camera da letto: è inutile consumare metri quadri giusto per assicurarsi una superficie morbida su cui dormire. Lo stesso effetto si può ottenere anche con altre tipologie di letti. I comodini a terra, invece, potrebbero ostacolare il passaggio e dare dell’ambiente un’immagine confusionaria. Tutt’altra sensazione si avrebbe con i comodini sospesi;
  • optare per una vasca al posto della doccia: per ottimizzare gli spazi, la doccia rappresenta sempre la scelta ideale. Avendo un buon architetto che cura il progetto di ristrutturazione, si potrebbe disegnare una soluzione su misura per gli ambienti che si hanno a disposizione con risultati notevoli anche per quanto riguarda il comfort e l’estetica;
  • installare sanitari a terra e acquistare una colonna per il lavandino: per conferire un aspetto più arioso al bagno piccolo bisogna optare per i sanitari sospesi e per dei mobili poco ingombranti. Si potrebbero preferire delle mensole.

Per arredare piccoli appartamenti, rivolgiti a Bassetti Home Innovation

Se hai in programma di ristrutturare una casa piccola e hai bisogno di confrontarti con un interior designer professionista, l’esperienza del team di Bassetti Home Innovation è a tua disposizione.

Realizziamo progetti di arredamento su misura curando tutte le fasi dei lavori, dalla progettazione alla realizzazione. Affidandoti ai nostri servizi, potrai anche non badare ai documenti per ristrutturare casa visto che se ne occuperà un nostro esperto. L’arredamento della casa piccola sarà per noi una sfida da vincere privilegiando la qualità, la funzionalità e l’estetica dei mobili e dei complementi d’arredo.

CHIAMACI allo 800 900 457
DAL LUNEDÌ AL VENERDÌ, DALLE 9.00 ALLE 17.00
Oppure inserisci i tuoi dati: un nostro consulente ti contatterà al più presto.