fbpx
Progetta la casa dei tuoi sogni con noi e paga metà della ristrutturazione in 60 comode rate a tasso 0.
perizia per il mutuo

Guida completa alla perizia per il mutuo: chi può farla e come funziona

Acquistare casa è un traguardo a cui molti aspirano. Nonostante la ricerca di un immobile adeguato a soddisfare tutte le personali esigenze sia spesso lunga e non priva di ostacoli, l’idea di poter costruire il proprio nido mettendoci dentro i colori, i materiali e gli arredi desiderati è impareggiabile e ripaga del tempo e delle energie spese per trovare lo spazio più giusto.

Chi pensa che l’avventura del trovare casa finisca una volta trovata l’abitazione che più rispecchia desideri e necessità avrà un brutta sorpresa. Scoprirà, infatti, di essere solo all’inizio di un percorso burocratico piuttosto tortuoso e intenso. Una volta attestata la necessità di compiere o meno dei lavori di ristrutturazione della casa (fattore determinante per trattare sul prezzo dell’immobile), bisognerà fare tappa alla propria banca di fiducia per richiedere un mutuo. Volendo, si può girare tra diversi istituti di credito per valutare diverse proposte e scegliere la più conveniente.

In ogni caso, prima di ottenere il prestito, bisogna mettere in atto alcune operazioni, ognuna delle quali ha le sue tempistiche e i suoi costi. Tra queste, una delle più importanti è la perizia per il mutuo.

Cos’è la perizia della banca per ottenere il mutuo

La perizia per il mutuo non è altro che una valutazione del valore dell’immobile utile alla banca per capire se la casa è garanzia sufficiente per il prestito richiesto. Sulla base dei rilievi effettuati verrà deciso il finanziamento. Non solo: si potrà verificare l’abitabilità dell’edificio ed escludere la possibilità di abuso edilizio.

La perizia per il mutuo può essere affidata a un dipendente della banca oppure a un libero professionista. In entrambi i casi, però, deve trattarsi di un tecnico esperto di estimo catastale.

Perizia della casa per ottenere il mutuo

Il compito del perito è quello di valutare il valore dell’immobile da intendere tanto sul piano commerciale quanto su quello strutturale. In altre parole, il professionista valuta sia il prezzo di vendita (considerando anche le sue possibili variazioni future dovute anche al mercato immobiliare), sia lo stato d’usura architettonico. Si accerterà della condizione degli infissi, degli impianti, delle pareti, del tetto, dei pavimenti e delle rifiniture e valuterà la coerenza tra il costo della casa e il suo stato.

In queste considerazioni, è possibile che il tecnico tenga in considerazione il valore cauzionale, ovvero il prodotto del valore commerciale per un coefficiente di forzato realizzo di vendita. Una simile operazione potrebbe portare la banca a concedere un prestito più ridotto.

Il perito ha il compito di verificare la conformità urbanistica e catastale dell’immobile. Ciò significa che deve accertarsi dell’assenza di abusi edilizi e deve confermare che le informazioni contenute al Catasto corrispondano a realtà.

Tutte queste valutazioni vengono effettuate affidandosi a dei parametri standard. Per non arrivare impreparati, è possibile simulare una perizia della casa per il mutuo utilizzando le tabelle presenti sul sito dell’Agenzia delle Entrate. Ci sono anche dei programmi online che consentono di avere una sorta di pre-perizia da usare per fare alla banca una proposta realistica e coerente con il valore dell’immobile.

I documenti da allegare alla perizia per il mutuo

Bisogna allegare dei documenti per dare validità alla perizia della casa.

Innanzitutto, bisogna fornire la storia catastale dell’immobile con tutte le informazioni riguardanti la casa e le sue destinazioni d’uso dal momento della sua costruzione al presente, specificando la presenza di eventuali ipoteche. Attraverso questa ricostruzione è possibile valutare il vero valore dell’immobile.

Per la perizia bisogna anche recuperare i vari atti di proprietà che hanno interessato l’immobile. Si potrà così tener conto delle volture e delle modifiche subite dall’edificio nel corso del tempo.

Infine, occorre presentare una documentazione per la legittimità territoriale. Le case costruite prima degli anni Sessanta potrebbero avere dei materiali pericolosi da sostituire.
perizia della banca per il mutuo

Quanto costa la perizia per il mutuo

Le spese per la perizia bancaria per il mutuo sono a carico dell’acquirente e variano a seconda dell’istituto e del tecnico a cui ci si rivolge. Al costo dell’intervento bisogna aggiungere l’Iva al 22%, il contributo per la cassa di previdenza e possibili rimborsi per lo spostamento del professionista. In caso di rinegoziazione e surroga del mutuo, le spese sono a carico della banca.

Quanto tempo passa tra la perizia e la delibera del mutuo

I tempi necessari alla perizia per il mutuo dipendono dal professionista coinvolto e, quindi, sono soggetti a variazione. Una volta presentata tutta la documentazione, bisogna attendere la risposta della banca. Se l’istituto di credito decide di concedere il prestito, il mutuo può essere erogato dai 5 ai 10 giorni lavorativi. Dipende comunque dalla banca di riferimento. La situazione si complica in caso di risposta negativa da parte dell’ente creditore. A quel punto, bisognerà ripartire da zero con un’altra banca oppure bisognerà cercare un altro immobile.

Perizia per il mutuo di casa o di ristrutturazione?

La perizia bancaria per il mutuo non va confusa con quella da richiedere quando si devono effettuare degli interventi sull’immobile.

Per finanziare una ristrutturazione spesso è necessario chiedere un prestito alla banca. Anche in questo caso verrà effettuata una perizia che, però, è diversa da quella effettuata per l’acquisto di casa. La perizia per il mutuo di ristrutturazione prevede una valutazione della struttura architettonica al fine di comprendere quali siano le operazioni da fare. Inoltre, sulla base del preventivo dei lavori, la perizia verifica la coerenza tra le necessità e gli interventi che si andranno a fare, determinando così il valore del finanziamento.

Data la complessità dell’iter burocratico, avere una guida affidabile può tornare davvero utile. Proprio per questo, affidarsi a chi – come Bassetti Home Innovation – offre un servizio di ristrutturazione chiavi in mano è piuttosto vantaggioso. Oltre a parlare con architetti e interior designer per definire il progetto dei lavori, ci si potrà confrontare con persone esperte del lato burocratico e normativo.

Per richiedere un preventivo puoi cliccare qui oppure puoi venire a trovarci in uno dei nostri showroom sparsi per tutta la penisola.

CHIAMACI al 347 3420893
DAL LUNEDÌ AL VENERDÌ, 9-13 14-18
Oppure inserisci i tuoi dati: un nostro consulente ti contatterà al più presto.