PER PROGETTARE LA CASA DEI TUOI SOGNI SCEGLI BASSETTI HOME INNOVATION.
costo parquet

Il parquet: costi, tipologie e posa

Il parquet è un grande classico della pavimentazione. È un tipo di materiale molto richiesto non solo quando si deve ristrutturare casa, ma anche quando si seguono progetti di restyling degli uffici e dei negozi. Il legno, in tutte le sue varianti, è in grado di creare ambienti eleganti e raffinati senza perdere quella giusta atmosfera di calore. Gli spazi con pavimenti in parquet diventano particolarmente accoglienti e conservano un alto valore estetico.

Questa tipologia di pavimentazione a volte viene messa in discussione per i costi troppo alti. Quando si affrontano interventi di ristrutturazione, la scelta del parquet non è di certo la soluzione più economica, tuttavia non bisogna generalizzare. I costi per rifare il pavimento in parquet dipendono dalla combinazione di diversi fattori.

L’importante è che l’impresa di ristrutturazione offra diverse possibilità in base a quanto propone il mercato in quel momento, dando le specifiche del costo del parquet al metro quadro, permettendo al cliente di scegliere la tipologia di materiale più indicato alle sue necessità e ai suoi gusti. E’ questa la strada seguita da Bassetti Home Innovation.

Quanto costa il parquet al metro quadro

I fattori che possono influenzare il costo di un pavimento in legno sono:

  • la provenienza e la lavorazione;
  • le diverse essenze;
  • il tipo di parquet e la quantità di legno nobile presente nelle tavole;
  • la tipologia di supporto;
  • la dimensione delle tavole;
  • la finitura;
  • la messa in posa.

Oltre ai costi del pavimento in parquet bisogna valutare anche quelli relativi alla manutenzione ordinaria, almeno per alcune tipologie. Con il tempo, infatti, la posa si può rovinare e sarà necessaria una nuova levigatura che restituisca al legno il colore originario e la resa generale.

La provenienza e la lavorazione del legno

Per la scelta del legno da utilizzare per la pavimentazione di una casa, è importante valutare la provenienza del materiale considerando che non tutti i tronchi d’albero sono adatti allo scopo. Ecco perché è consigliabile scegliere un parquet certificato PEFC o FSC che salvaguardi la sicurezza delle foreste con il rispetto di specifici standard ambientali. Una pavimentazione realizzata con queste garanzie è ecologica, di qualità e priva di sostanze tossiche.

Tra i diversi paesi produttori di legno, l’Italia si colloca, insieme alla Germania, tra i migliori al mondo. Scegliere un legno nostrano non è solo una questione di qualità o di legame con il proprio territorio, ma anche di convenienza. I costi del trasporto incidono sul prezzo finale del parquet.

Le essenze e le diverse tipologie di legno

Il tipo di legno scelto per rifare la pavimentazione incide inevitabilmente sul costo finale. I legni si differenziano per il colore, per la presenza o meno di venature, per la capacità di resistenza agli urti e agli agenti esterni e per la qualità, più o meno pregiata.

Il ciliegio e il faggio sono le scelte più comuni per chi desidera un pavimento chiaro senza spendere cifre troppo elevate, mentre chi vuole puntare su una maggiore qualità sceglie il rovere. Per le tonalità scure, noce e olivo sono legni preziosi e d’eccellenza, mentre il legno wengé rappresenta un buon compromesso tra qualità e prezzo.

La scelta dell’essenza non è solo legata alla qualità del materiale o al budget che si ha a disposizione, ma anche allo stile d’arredo che si intende seguire per l’interior design di un ambiente. Il parquet chiaro, ad esempio, non può mancare in una casa in stile scandinavo mentre quello scuro è più adatto ad un ambiente arredato secondo un design industriale.

Le diverse tipologie di parquet

Il costo del parquet varia non solo in base alla qualità del legno ma è anche in base alla quantità di legno presente in ogni tavola. Non tutti i pavimenti vengono realizzati con l’uso esclusivo del legno. Ce ne sono alcuni che combinano materie prime e tecniche di lavorazione diverse. Il risultato finale è molto simile a quello di un parquet, ma ci sono delle differenze che incidono soprattutto sul costo.

In ambito architettonico si parla di quattro diversi tipi di parquet:

  • il parquet massello;
  • il parquet prefinito;
  • il parquet laminato;
  • il parquet in gres porcellanato.

Quanto costa il parquet massello

Il parquet in legno massello, anche detto “parquet tradizionale” è formato da listelli composti solo da legno nobile. Dopo la posa deve essere levigato e verniciato e richiede dei lavori di manutenzione anche dopo l’installazione. È resistente, isolante e la resa estetica è altamente qualitativa. Queste caratteristiche lo rendono particolarmente costoso: i prezzi, infatti si aggirano tra i 50 e i 150 euro al metro quadro a seconda dell’essenza scelta, della messa in posa e delle rifiniture.

Quanto costa un parquet prefinito

Il parquet prefinito, invece, si ottiene applicando uno strato di legno nobile ad un tipo di legno più povero. La levigatura e la verniciatura vengono fatte sulle tavole prima della messa in posa e questo consente di risparmiare tempo (e denaro) al momento dell’installazione. La manutenzione ordinaria è molto ridotta e, generalmente, non è richiesta prima di 10 o 15 anni. In alcuni casi, si arriva addirittura a 25. Dal punto di vista estetico, i risultati sono molto simili a quelli di un parquet tradizionale. Anche la resistenza è molto buona. I costi si aggirano tra i 35 e i 65 euro al metro quadro.

Quanto costa il parquet laminato

Il laminato non è propriamente un parquet. È costituito da uno strato di legno non pregiato sopra al quale si applica un materiale plastico che riproduce l’effetto del legno tramite una stampa. Il risultato estetico è nel complesso piacevole e anche l’aspetto tattile si avvicina a quello di un parquet tradizionale. In questo caso i costi sono nettamente inferiori poiché si oscilla tra 20 e 50 euro al metro quadro.

Quanto costa il parquet in gres porcellanato

Anche con il parquet in gres porcellanato siamo di fronte ad una “finta” pavimentazione in legno. Questo materiale visivamente ne ricrea l’effetto, ma va trattato come un pavimento in ceramica. È molto resistente, non richiede eccessiva manutenzione e ha un costo nettamente inferiore (si parte da circa 15 euro al metro quadro).

La tipologia di supporto, le dimensioni delle tavole e la finitura

Tutte le tipologie di parquet richiedono un legno di supporto che faccia da base allo strato più superficiale. Più il materiale per realizzarlo è pregiato, più il costo dei lavori sarà elevato. Supporti costruiti a partire dalla betulla, dall’abete, dal pioppo e dal pino sono molto resistenti, ma anche costosi. Più economici, invece, risultano l’HDF e il MDF, che sono vengono utilizzati con i laminati.

Le dimensioni delle tavole influiscono sulla spesa finale. Di regola, più i listoni sono grandi, più sale il prezzo. Esistono varie possibilità tra cui scegliere che vanno valutate sia dal punto di vista economico sia dal punto di vista della coerenza con l’arredamento degli ambienti.

Un altro fattore determinante per il costo del parquet è la finitura, ovvero l’insieme delle operazioni effettuate dopo la messa in posa per proteggere il pavimento da graffi o ammaccature.

costo parquet

Il costo della posa in opera del parquet

Esistono diverse tecniche che possono essere usate per la messa in posa del parquet. Le principali sono tre:

  • la posa incollata: è richiesta dai parquet tradizionali o prefiniti e prevede l’uso di colle specifiche. Il costo del parquet con posa a metro quadro è di circa 20 euro;
  • la posa flottante: qui i listoni di legno sono incastrati secondo geometrie ben definite sopra uno strato di materiale isolante (come il sughero). Con lavorazioni simili, il costo si aggira intorno ai 15 euro al metro quadro.
  • la posa chiodata: in questi casi, i listoni sono installati attraverso la chiodatura e il costo si alza notevolmente (si va dai 30 ai 50 euro al metro quadro).

Ristrutturare casa utilizzando il parquet: chiedi i costi a Bassetti Home Innovation

Il parquet non è certamente una delle ultime tendenze in materia di pavimenti, ma resta tra le soluzioni più amate in assoluto. Per un lavoro di qualità nel quale si possa garantire la massima chiarezza e trasparenza dal punto di vista dei costi, è importante affidarsi ad imprese competenti, sicure e professionali.

Bassetti Home Innovation è pronta a guidarti nella scelta della pavimentazione in legno più adatta alla tua casa, considerando attentamente le tue esigenze e costruendo un progetto di ristrutturazione personalizzato e di qualità.

CHIAMACI allo 800 900 457
DAL LUNEDÌ AL VENERDÌ, DALLE 9.00 ALLE 17.00
Oppure inserisci i tuoi dati: un nostro consulente ti contatterà al più presto.