Progetta la casa dei tuoi sogni con noi e paga metà della ristrutturazione in 48 comode rate a tasso 0.
come usare le collezioni per arredare casa

Decorare casa usando gli oggetti da collezione: ecco alcuni suggerimenti

Nonostante molti stili di arredamento propendano per il minimalismo e spronino le persone ad avere sempre meno cianfrusaglie in casa, non sono pochi gli esseri umani che tendono a sviluppare la passione per il collezionismo. C’è chi inizia ad accumulare souvenir della stessa tipologia – tazze, cucchiaini, calamite, miniature di case e/o monumenti – ma provenienti da posti diversi, chi ha un interesse particolare per uno specifico indumento, chi si lascia ammaliare dagli oggetti vintage e chi traduce il suo amore per la lettura nella ricerca di libri d’epoca o di edizioni speciali.

Il collezionismo può riguardare qualsiasi cosa, al di là dei classici francobolli, carte da gioco o monete. Trattandosi di un grande interesse, è giusto che gli oggetti raccolti trovino uno spazio nel proprio arredamento domestico. D’altra parte, la casa è il luogo in cui esprimere se stessi e vivere al massimo le proprie passioni, quindi perché chiudere tutto in una scatola o in un cassetto?

Trovare l’angolo giusto per esporre la propria collezione potrebbe non essere semplice. Dipende molto dall’ampiezza degli spazi che si hanno a disposizione e dalla natura della collezione stessa. Per le edizioni speciali di opere letterarie o di book fotografici, ad esempio, non ci saranno problemi visto che basta sfruttare un ripiano della libreria del salotto o dello studio, magari quello più in alto o quello centrale così da essere ben visibile a chi guarda. Allo stesso modo potrebbero essere trattate le collezioni di vinili, di dvd o di videogame.

I ricordi dei viaggi compiuti possono essere posizionati in diversi punti della casa su mensole, ripiani e tavolini a meno che non si decida di destinare loro un’apposita vetrinetta o credenza con anta trasparente. Le calamite sono spesso usate per decorare le pareti del frigorifero mentre con le cartoline potrebbero essere realizzati dei quadri fai-da-te da appendere dietro il divano del salotto, la testiera del letto oppure lungo le scale.

Alle pareti potrebbero essere appesi anche degli oggetti da collezione se non particolarmente pesanti. Gli attrezzi delle cucine di un tempo potrebbero decorare la zona cottura oppure una sala da pranzo in stile rustico mentre gli orologi da taschino potrebbero arricchire una nicchia presente nella zona giorno. Per radio, macchine da scrivere, mappamondi o scatole di latta, invece, si potrebbe pensare di acquistare un mobiletto o una credenza da posizionare in un angolo dedicato. Ci sono alcuni tavolini bassi con la superficie superiore trasparente che lascia intravedere ciò che è presente nei ripiani inferiori. Mobili simili sono perfetti per sfoggiare le proprie collezioni e per non ingombrare lo spazio con arredi privi di funzionalità.

Chi colleziona bambole di stoffa o peluche potrà cercare loro uno spazio nella camera da letto trattandosi di oggetti appartenenti a una sfera più intima e giocosa. Potrebbero decorare un divanetto oppure una panca posizionata ai piedi del letto. Per mettere in mostra i grandi assortimenti di cappelli, cravatte e scarpe, invece, si può sfruttare una nicchia ben visibile della stanza oppure uno spazio privilegiato all’interno della cabina armadio.

Anche se può rivelarsi piuttosto impegnativo, è giusto trovare uno spazio domestico in cui esporre la propria collezione di oggetti del cuore. Dopo tanto tempo passato a sceglierli e/o rintracciarli, è bello averli sempre a portata d’occhio.

CHIAMACI al 347 3420893
DAL LUNEDÌ AL VENERDÌ, 9-13 14-18
Oppure inserisci i tuoi dati: un nostro consulente ti contatterà al più presto.